Spazi pubblici a Corniglia


Voglio partire da questa istantanea per fare alcune brevi considerazioni sugli spazi pubblici, o meglio, sulla necessità di riconsiderare l’importanza di averli e rispettarli.

 

spazi pubblici a Corniglia

 

Qualche giorno fa rientrando dal lavoro ho visto alcuni bambini di Corniglia che giocavano in piazza; niente di strano all’apparenza, ma in realtà, la cosa che mi ha colpito è stata proprio una sensazione di stupore nel vederli.

Per quale motivo? Probabilmente perché in quel preciso spazio solo un mese fa non avrebbero potuto far nulla di tutto ciò.

 

Stiamo lentamente e inesorabilmente sacrificando tutto a causa di apparenti necessità; i locali devono avere spazio – sempre di più – per soddisfare le esigenze dei visitatori, le macchine devono avere spazio per essere vicine a casa – sempre di più- le nostre stagioni, quasi tutte ormai, sono scandite da ritmi e privazioni che non abbiamo mai conosciuto se non in tempi recenti, recentissimi.

Per fortuna grazie al forte impulso turistico stiamo continuando a vivere, e credo anche abbastanza bene, ma a scapito di cosa?

Quanto stiamo sacrificando delle nostre “vecchie” abitudini?

Continuo a considerare, forse un po’ nostalgicamente, l’autunno e l’inverno le stagioni più belle, più interiori, le uniche stagioni che oggi ci permettono di godere appieno dei nostri luoghi e dei nostri spazi, li ritroviamo dopo averli persi, ricordiamoci di loro  anche in piena stagione – i nostri spazi – ritorneranno, in autunno.

 Diego Denevi
Vice Sindaco Comune di Vernazza